STUDIOFARINA SEIDUESEI.org SICURELLO.si SICURELLO.no.it SICUREZZA.si GLOSSARIO.sic.it 120ORE.org i81.sic.it

SICUREZZA NETWORK


HOME CHI SIAMO/ORGANIZZAZIONE SEZIONI/CATEGORIE DOCUMENTI EVENTI/NEWS SERVIZI UTILITY CERTIFICAZIONI PRIVACY MARCHI SPONSORIZZAZIONI


 STUDIOFARINA & SEIDUESEI.org: home   |   normativa   |   D.U.R.C.

 LA TRACCIABILITA' DEI FLUSSI FINANZIARI NEI LAVORI PUBBLICI

14 dicembre 2010

sito in fase di aggiornamento
alcuni link potrebbero non essere funzionanti

ci scusiamo con gli utenti


Documento Unico di Regolarità Contributiva

Il Durc (documento unico di regolarità contributiva) riguarda la certificazione della regolarità contributiva

Le novità normative e della prassi in materia di Durc sono numerose e si rende necessaria la conoscenza (e pertanto la divulgazione) di tutti i riferimenti relativi

Inseriamo di seguito la normativa, la prassi e la modulistica utile per i diversi adempimenti obbligatori, precisaando che in considerazione della veloce e prolifica evoluzione della materia il riferimento deve essere ai siti istituzionali del Ministero e degli enti preposti INPS, INAIL, CASSE EDILI.

Modelli


Il facsimile del modulo di autocertificazione (con firma digitale)


per la compilazione ON-LINE e' necessario
connettersi al sito del Ministero facendo click qui



Il modulo di autocertificazione (in modalità cartacea)


Riferimenti normativi

D.P.R. 207/2010

Decreto Legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito dalle Legge 28 gennaio 2009, n. 2 (Art. 16 bis, c. 10 - richiesta DURC d’ufficio)


Decreto Interministeriale del 4 dicembre 2008 (vedi art. 3, co. 3 in allegato);


Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81


Decreto Ministeriale del 24 ottobre 2007


Allegato al DM 24 ottobre 2007 (Elenco delle disposizioni in materia di tutela delle condizioni di lavoro la cui violazione è causa ostativa al rilascio del DURC)


Legge 27 dicembre 2006, n. 296 art. 1, commi 1175-1176 (Legge Finanziaria 2007)


Decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163


Decreto-legge 12 maggio 2006, n. 173, convertito dalla legge 12 luglio 2006, n. 228


Decreto Legge del 10 gennaio 2006 n. 2, convertito dalla legge 11 marzo 2006, n. 81


Legge 23 dicembre 2005, n. 266 (Legge Finanziaria 2006)


Decreto-legge 30 settembre 2005, n. 203, convertito dalla legge 2 dicembre 2005, n. 248 (*)


Decreto legislativo 10 settembre 2003, n. 276


Legge 22 novembre 2002, n. 266


Decreto Legislativo 14 agosto 1996, n. 494 [abrogato dal D.Lgs. 81/2008]



Prassi Ministero


Circolare n. 35 dell'8 ottobre 2010


Circolare n. 10 del 1 aprile 2009


Lettera circolare n. 4549 del 31 marzo 2009


Circolare n. 34 del 15 dicembre 2008


Circolare n. 5 del 30 gennaio 2008


Nota n. 15356 del 20 novembre 2007


Nota n. 9503 del 17 luglio 2007


Lettera circolare del 14 luglio 2004 


Convenzione del 15 aprile 2004 per il rilascio del DURC (INPS, INAIL e Associazioni di categoria)

Prassi altri enti

accordo di data 28 ottobre 2010 sugli indici di congruità di incidenza del costo del lavoro


Circolare Inps del 17 novembre 2010 n. 145


Parere dell'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici dell'11 marzo 2009, n. 31


Circolare Inail del 4 febbraio 2009


Circolare Inail del 19 dicembre 2008 n. 79


Nota Inail del 25 agosto 2008


Nota Inail del 4 agosto 2008


Circolare Inps del 18 aprile 2008, n. 51


Nota Commissione nazionale paritetica per le Casse edili del 21 marzo 2008


Circolare Inail del 5 febbraio 2008, n. 7


Nota Commissione nazionale paritetica per le Casse edili del 29 novembre 2007, n. 336


Circolare Inps del 19 ottobre 2006, n. 116


Nota Commissione nazionale paritetica per le Casse edili del 9 febbraio 2006, n. 286


Circolare Inail del 30 gennaio 2006, n. 208


Circolare Inps del 27 gennaio 2006 n. 9


Circolare Inps del 30 dicembre 2005, n. 122


Circolare Inail del 22 dicembre 2005 n. 52


Circolare Inps del 26 luglio 2005, n. 92


Circolare Inail del 25 luglio 2005, n. 38


Circolare Commissione nazionale paritetica per le Casse edili del 27 luglio 2005, n. 2053



Interpelli


20 febbraio 2009 - Università che partecipa a procedure ad evidenza pubblica e DURC


20 febbraio 2009 - Presentazione DURC da parte dei fornitori di beni, servizi e lavori in economia


20 febbraio 2009 - Appalti pubblici e DURC


6 febbraio 2009 - DURC e imprese straniere


23 dicembre 2008 - Art. 9, D.Lgs. n. 124/04. Sussistenza o meno dell’obbligo di iscrizione alle Casse edili da parte delle imprese di installazione di impianti che applicano il CCNL del settore metalmeccanico e partecipano a gare per l’affidamento di lavori pubblici


19 dicembre 2008 - Adozione dei parametri retributivi di CCNL ai fini del rilascio del DURC


9 luglio 2008 - Il DURC come prova per la correntezza dei pagamenti dovuti


3 settembre 2007 - Applicazione della normativa sul DURC alle imprese straniere


22 dicembre 2005 - Certificazione di regolarità contributiva e DURC



Autorita' di Vigilanza sui Lavori Pubblici


12 gennaio 2010 - Determinazione n. 1 del 12 Gennaio 2010 (Pubblicata nel Supplemento Ordinario della Gazzetta Ufficiale n. 66 del 20 marzo 2010)



Consiglio di Stato, Sentenza n. 83/2011, in tema di DURC


Il concorrente che abbia tempestivamente richiesto il d.u.r.c. e si veda rilasciare un documento, privo di accertamenti negativi ma incompleto per inerzia dell'ente interpellato, non può subire conseguenze pregiudizievoli a causa dell'inefficienza dell'ente medesimo, avendo, oltre tutto, soddisfatto l'onere di produrre l'unico documento di cui poteva disporre alla scadenza del termine per la presentazione della domanda.

Leggi la sentenza



Parti Sociali, riunite nel Comitato di Bilateralità



PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

20 aprile 2010 - P.A.T. Circolare esplicativa sulle modifiche apportate al Regolamento di attuazione della L.P. 26/93 (D.P.G.P. 30 settembre 1994, n. 12-1 O/Leg.) con D.P.P. n. 21-23/Leg. di data 12 ottobre 2009 e D.P.P. n. 22-24/Leg. di data 12 ottobre 2009
.

20 gennaio 2010 - Consorzio dei Comuni Trentini - Circolare1/2010 - Obbligo di presentazione DURC per l'esercizio del commercio al dettaglio su aree pubbliche - modalita' operative

31 dicembre 2009 - P.A.T. - Servizio Commercio e Cooperazione - Circolare relativa alla legge finanziaria 2010 - D.U.R.C. per il commercio su aree pubbliche

16 dicembre 2009 - Cassa Edile di Trento - Presentazione in materia di DURC nell'edilizia e materiali ad essa collegati -Congresso in materia di DURC effettuato alle Cantine di La-Vis (Trento)

 

10 dicembre 2010

NOVITA' IN MATERIA DI DURC - IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2011

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 5 ottobre 2010, n. 207

Regolamento di esecuzione ed attuazione del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, recante
«Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE».

(pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 270/L della Gazzetta Ufficiale n. 288 del 10/12/2010)

Art. 6
Documento unico di regolarità contributiva
1. Per documento unico di regolarità contributiva si intende il certificato che attesta contestualmente la
regolarità di un operatore economico per quanto concerne gli adempimenti INPS, INAIL, nonché cassa edile per i lavori, verificati sulla base della rispettiva normativa di riferimento.

2. La regolarità contributiva oggetto del documento unico di regolarità contributiva riguarda tutti i contratti pubblici, siano essi di lavori, di servizi o di forniture.

3. Le amministrazioni aggiudicatrici acquisiscono d'ufficio, anche attraverso strumenti informatici, il
documento unico di regolarità contributiva in corso di validità:
a) per la verifica della dichiarazione sostitutiva relativa al requisito di cui all'articolo 38,   comma 1,   lettera i), del codice;
b) per l'aggiudicazione del contratto ai sensi dell'articolo Il, comma 8, del codice;
c) per la stipula del contratto;
d) per il pagamento degli stati avanzamento lavori o delle prestazioni relative a servizi e forniture;
e) per il certificato di collaudo, il certificato di regolare esecuzione, il certificato di verifica di conformità,
l'attestazione di regolare esecuzione, e il pagamento del saldo finale.
Per le finalità di cui alle lettere a), b ), c), d) ed e), gli operatori economici trasmettono il documento unico di regolarità contributiva in corso di validità ai soggetti di cui all'articolo 3, comma 1, lettera b), che non sono un' amministrazione aggiudicatrice.

4. Ferme restando le ipotesi di cui al comma 3, lettere c) e d), qualora tra la stipula del contratto e il primo stato di avanzamento dei lavori di cui all'articolo 194, o il primo accertamento delle prestazioni effettuate relative a forniture e servizi di cui all'articolo 307, comma 2, ovvero tra due successivi stati di avanzamento dei lavori o accertamenti delle prestazioni effettuate relative a forniture e servizi, intercorra un periodo superiore a centottanta giorni, le amministrazioni aggiudicatrici acquisiscono il documento unico di regolarità contributiva relativo all'esecutore ed ai subappaltatori entro i trenta giorni successivi alla scadenza dei predetti centottanta giorni; entro il medesimo termine, l'esecutore ed i subappaltatori trasmettono il documento unico di regolarità contributiva ai soggetti di cui all'articolo 3, comma 1, lettera b), che non sono un'amministrazione aggiudicatrice.

5. Le amministrazioni aggiudicatrici acquisiscono d'ufficio il documento unico di regolarità contributiva in
corso di validità relativo ai subappaltatori ai fini del rilascio dell' autorizzazione di cui all'articolo 118, comma 8, del codice, nonché nei casi previsti al comma 3, lettere d) ed e); per le medesime finalità, l'esecutore trasmette il documento unico di regolarità contributiva in corso di validità relativo ai subappaltatori ai soggetti di cui all'articolo 3, commal, lettera b), che non sono un'amministrazione aggiudicatrice.

6. Le SOA, ai fini del rilascio dell'attestazione di qualificazione ai sensi dell'articolo 40, del codice, e il
Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, al fine del rilascio dell' attestazione di cui agli articoli 186 e 192, del codice, richiedono alle imprese il documento unico di regolarità contributiva in corso di validità.

7. Per valutare i lavori di cui all'articolo 86, commi 2, 3 e 4, è altresì richiesto il documento unico di regolarità contributiva in corso di validità.

8. In caso di ottenimento del documento unico di regolarità contributiva dell'affidatario del contratto negativo per due volte consecutive, il responsabile del procedimento, acquisita una relazione particolareggiata predisposta dal direttore dei lavori ovvero dal direttore dell'esecuzione, propone, ai sensi dell'articolo 135, comma l, del codice, la risoluzione del contratto, previa contestazione degli addebiti e assegnazione di un termine non inferiore a quindici giorni per la presentazione delle controdeduzioni. Ove l'ottenimento del documento unico di regolarità contributiva negativo per due volte consecutive riguardi il subappaltatore, la stazione appaltante pronuncia, previa contestazione degli addebiti al subappaltatore e assegnazione di un termine non inferiore a quindici giorni per la presentazione delle controdeduzioni, la decadenza dell'autorizzazione di cui all'articolo 118, comma 8, del codice, dandone contestuale segnalazione all'Osservatorio per l'inserimento nel casellario informatico di cui all'articolo 8.


28 ottobre 2010

VERIFICHE DI CONGRUITA' - DA GENNAIO 2011 LA SPERIMENTAZIONE

Al fine di perfezionare il percorso, iniziato con l’introduzione del DURC, finalizzato a contrastare il lavoro irregolare e i fenomeni elusivi della normativa sul lavoro, favorendo altresì la sicurezza sul lavoro, le Parti Sociali, riunite nel Comitato di Bilateralità, hanno siglato in data 28 ottobre l’accordo sugli indici di congruità di incidenza del costo del lavoro della manodopera sul valore dell’opera. Tali indici saranno oggetto di un periodo di sperimentazione di dodici mesi che partirà dal 1° gennaio 2011 e riguarderà esclusivamente i lavori che avranno inizio a partire da tale data. Per quanto concerne i lavori privati la congruità sarà applicata esclusivamente a quelli con entità complessiva dell’opera pari o superiore a € 70.000,00, così come certificato dal Direttore dei Lavori mediante autodichiarazione.

Durante il periodo di sperimentazione eventuali irregolarità riscontrate sulla congruità dell’incidenza della manodopera sui lavori non avranno effetto sulla regolarità del DURC.

La CNCE (Commissione Nazionale per le Casse Edili) individuerà le modalità operative opportune e necessarie all’applicazione del sistema della congruità da parte delle singole Casse Edili appartenenti al circuito nazionale. A regime, il sistema di verifica della congruità dell’incidenza del costo del lavoro sul valore dell’opera andrà in vigore a partire dal 1° gennaio 2012 per i lavori che avranno inizio a partire da tale data.

A tale azione di controllo e di contrasto delle imprese che utilizzano manodopera irregolare, verrà prossimamente affiancata dalle Parti Sociali una politica premiale di riduzione del costo del lavoro per le imprese che dimostrino di avere un’incidenza della manodopera appropriata.

L’attestazione di congruità verrà effettuata dalla Cassa Edile competente, alla quale le imprese avranno l’obbligo di dichiarare il valore dell’opera complessiva, nonché le eventuali imprese subappaltatrici e subaffidatarie.
Nei lavori pubblici l’attestazione di congruità dovrà essere effettuata in occasione del rilascio del DURC per il saldo finale, mentre nei lavori privati al completamento dell’opera.
L’impresa principale risultante non congrua verrà richiamata dalla Cassa Edile e potrà dimostrare, con documentazione appropriata, il raggiungimento della percentuale attraverso costi non registrati in Cassa Edile quali, ad esempio, il costo del personale non iscritto in Cassa Edile, la fatturazione a lavoratori autonomi, noli a caldo e tecnologie avanzate. In tal caso l’impresa potrà avvalersi dell’assistenza di un rappresentante dell’Associazione datoriale a cui aderisce.
Una volta a regime il sistema, il mancato raggiungimento della congruità comporterà l’emanazione del “Documento unico di congruità” irregolare sino alla regolarizzazione con apposito versamento equivalente alla differenza del costo del lavoro necessario per raggiungere la percentuale prevista.

All'accordo è allegata la "Tabella A" in cui sono riportate in riferimento alle varie categorie di lavoro le percentuali di incidenza minima della manodopera sul valore dell'opera: al di sotto delle quali scatta la presunzione di non congruità dell’impresa.


TABELLA A

CATEGORIE

Percentuale di incidenza minima
della manodopera sul valore dell'opera

1
OG1 - nuova edilizia compresi Impianti e Forniture

14,28 %

2
OG1 - nuova edilizia industriale esclusi impianti

5,36 %

3
ristrutturazione di edifici civili

22,00 %

4
ristrutturazione di edifici industriali esclusi impianti

6,69 %

5
OG2 - restauro e manutenzione di beni tutelati

30,00 %

6
OG3 - opera stradali, ponti, etc.

13,77 %

7
OG4 - opere d'arte nel sottosuolo

10,82 %

8
OG5 - dighe

16,07 %

9
OG6 - acquedotti e fognature

14,63 %

10
OG6 - gasdotti

13,66 %

11
OG6 - oleodotti

13,66 %

12
OG6 - opere di irrigazione ed evacuazione delle acque

12,48 %

13
OG7 - opere marittime

12,16 %

14
OG8 - opere fluviali

13,31 %

15
OG9 - impianti per la produzione di energia elettrica

14,23 %

16
OG10 - impianti per la trasformazione e distribuzione

5,36 %

17
OG12 - OG13 - bonifica e protezione ambientale

16,47 %


Ricordiamo che l'avviso comune e' stato sottoscritto da Ance, Anaepa Confartigianato, Cna Costruzioni, Fiae Casartigiani, Claai, Ancpl Lega, Federlavoro Confcooperative, Agci Produzione e lavoro, Aniem Confapi, Feneal Uil, Filca Cisl, Fillea Cgil.


Link


Le FAQ sul DURC del Ministero del Lavoro e delle
Politiche Sociali

 


Sito della Commissione Nazionale Paritetica per le
Casse Edili dedicato al DURC

 


Sportello Unico Previdenziale

 


La pagina dedicata al DURC nel sito dell'INAIL

 


Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Direzione Provinciale del Lavoro di Modena
La pagina dedicata al DURC

 

 

TORNA AD INIZIO PAGINA

    


NEWS


News Normativa


SICURELLO.si - SICURELLO.no


le news di

News
STUDIOFARINA & SEIDUESEI.org

La SEIDUESEI.org S.r.l. e'

CENTRO DI FORMAZIONE AiFOS per il
TRENTINO ALTO ADIGE


CORSI.in: Corsi in materia di sicurezza sul lavoro  Corsi in materia di sicurezza

 Grazie Abruzzo

 Controllo P.O.S.

Sicurezza Cantieri  Sicurezza Cantieri

stefanofarina.it  StefanoFarina.IT

minisiti monotematici
una proposta
STUDIOFARINA & SEIDUESEI.org
TRACCIABILITA' DEI FLUSSI FINANZIARI
Legge 136/2010

mirror
Legge 136/2010
TRACCIABILITA....info
DPR 207 2010
DPR207.it
mirror
DPR207.info
DPR207.eu
DPR207com
D.U.R.C.
DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA' CONTRIBUTIVA
DURC.EU

mirror
DURC.org
DURC.biz

 



www.DURC.eu
               siti mirror:

 www.DURC.org     -     www.DURC.biz


D.P.R. 207/2010 - regolamento lavori pubblici
               siti mirror:

 www.DPR207.com     -     www.DPR207.info     -     www.DPR207.eu

               visita gli altri siti di sicurezza network:

    www.studiofarina. info      -     www.seiduesei.org 


stress lavoro correlato

www.slc.sic.it


corsi in materia di sicurezza sul lavoro e sicurezza cantieri

www.corsi.in


le immagini dell'insicurezza 

 www.sicurello.no.it


tracciabilita' dei flussi finanziari

www.tracciabilitaflussifinanziari.it


STUDIOFARINA
di Farina Geom. Stefano
P.IVA. 01133310225

SEIDUESEI.org S.r.l.
Registro delle Imprese di Trento / P.IVA. 01978390225
R.E.A. 191962 - Capitale Sociale €10.000,00 i.v.



Via LungoSarca, 67 . Ponte Arche - 38077 Comano Terme (TN)
tel. 0465 702244 - fax 0465 700976

Via Medici, 4/3 - 38123 Trento
tel. 0461 925385 - fax 0461 917423 - voip 0461 520931